Sorrisi e Canzoni TV N.29, 2001: Credibilissimo ma non vero. Stampa E-mail

TV SORRISI E CANZONI N.29
Programmi televisivi dal 15 al 21 LUGLIO 2001

TV SORRISI E CANZONI N.29

Galliano - Virtual set Sfera

ATTUALITA' TV








Dietro le quinte del programma
ambientato in uno studio interamente
realizzato al computer in tre dimensioni


Invece di uno studio tradizionale, «Sfera», il programma di attualità scientifica in onda il Giovedì su La 7, ha uno studio virtuale interamente creato al computer. L'idea di questa insolita scenografia è del curatore Claudio Cavalli, mentre la regia è di Alessandro Baracco, quello di «Le iene»e «Target», che spiega: «E' un esperimento interessante perchè la scena non si esaurisce mai e ci consente una mutazione costante». La realizzazione è di Giuseppe Galliano, un novarese che gia' da dieci anni ha impiantato un laboratorio all'avanguardia per la creazione di «supporti multimediali», definizione generica che comprende prodotti diversissimi destinati all'editoria, al cinema, alla chirurgia e anche alle aule dei tribunali. Lo studio di «Sfera»è la produzione più recente di Galliano. Quali sono i vantaggi di un ambiente virtuale rispetto a uno reale ? «Intanto è possibile cambiarlo in qualsiasi momento, come abbiamo fatto tra la seconda e la terza puntata. Ma soprattutto puoi raffigurare situazioni impossibili nella realtà, perchè disponi di un mezzo che può contenere contemporaneamente testi, immagini statiche o in movimento, reali e sintetiche, filmati, voci, musiche, suoni e rumori d'ambiente.
Galliano - Virtual set Sfera
TECNICA TV
Come viene realizzato lo studio virtuale di "Sfera"

Credibilissimo,
ma non vero

 

UN MONDO PARALLELO

Alcune immagini della scenografia digitale del programma. In alto, il conduttore Andrea Monti (46 anni). a lato Giuseppe Galliano (34 anni): il suo sito è www.giuseppegalliano.it

In uno studio come questo si possono avere cascate, arcobaleni, uccelli in volo, tramonti e tutto quello che la fantasia può desiderare». Le difficoltà ? «Il far coincidere con molta precisione i movimenti del conduttore, registrati in un secondo momento, con i movimenti delle telecamere virtuali previsti nelle diverse scene». La parte più delicata del lavoro, quindi, è far muovere l'umano Andrea Monti dentro il mondo elettronico disegnato da Galliano: il conduttore viene ripreso da telecamere reali su un semplice fondo azzurro, il «blue screen». Galliano ci tiene a sottolineare che il computer è per lui solo uno strumento di espressione, artigianale o artistica poco importa. E in effetti sarebbe riduttivo definirlo un tecnico o un mago del computer, per quanto bravo: nel suo curriculum c'è una quantità impressionante di creazioni assai diverse l'una dall'altra, come il videogioco «Ventimila leghe sotto i mari»e il Cd-rom «Le cliccafiabe», ma anche la ricostruzione tridimensionale del campo visivo di un imputato di omicidio, presentato nei tre gradi di giudizio di un processo che si è svolto a Novara, Torino, Roma. In Italia, è la prima volta.

Galliano - Virtual set Sfera

 
© Giuseppe Galliano C.so Cavallotti 24, 28100 Novara, Italy p.iva 01577100033 È vietata la riproduzione | Condizioni generali | Cookie Policy |