TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli Stampa E-mail
VERSIONE DIGITALE DEL NUMERO 10.08                          
344big
GIUSEPPE GALLIANO
 
 
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
Giuseppe Galliano, Fabrica Art & Media, TALE&A 10-2008 Un Tg per i Piccoli
 
 

UN TG PER I PICCOLI

 

 

Oggi più che mai siamo assuefatti alle brutte notizie, e i telegiornali non diffondono altro che storie di cronaca nera, resoconti sportivi, litigi da cortile dei politici e gossip sulle star televisive.

 

Allora spazientiti spegniamo la tv e accendiamo il computer, illudendoci di partecipare al mondo grazie a internet, preziosissimo strumento di comunicazione che, se usato in maniera inappropriata, diventa un pericoloso mezzo di disinformazione. Mentre noi siamo cresciuti leggendo il Corriere dei Piccoli e fantasticando nei magici mondi di Walt Disney, le nuove generazioni crescono scoprendo cos’è un mouse prima ancora di imparare a parlare, sotto lo sguardo compiaciuto di genitori che esclamano fieramente “guarda com’è intelligente!”.
Anzichè sognare, i piccoli debuttano prematuramente nel mondo disilluso degli adulti senza capirlo, perchè nessuno glielo spiega, nè tantomeno gli appartiene. Capita dunque che a due anni sappiano già che Babbo Natale non esista, ma che a sei credano ancora che le uova le faccia il frigorifero, perchè non hanno mai visto una gallina.
Siamo abituati a vedere il lato negativo, appunto. A parlare male dell’Italia e della società moderna. Eppure esistono anche le buone notizie, c’è anche chi si occupa di cose belle, come il Multimedia Studio di Giuseppe Galliano, ideatore di un Tg dedicato all’infanzia che supera, per qualità di immagini e di contenuti, tutti i nostri Tg nazionali.
Si tratta di un divertentissimo cortometraggio presentato in anteprima dalla Regione Lombardia lo scorso maggio, in occasione della manifestazione Expo Scuolambiente. Edito dalla DeAgostini, “TG Parchi della Lombardia” è un prodotto pensato per i bambini della regione che, grazie a un linguaggio semplice e a un mezzo di comunicazione adatto all’età infantile, il cartone animato, possono infine scoprire la natura. I filmati che ritraggono paesaggi reali sono animati da personaggi di fantasia, realizzati con grafica 3D, che accompagnano i bambini in un divertente viaggio nei colorati parchi della Lombardia. Tutto è stato pensato nei minimi dettagli per creare un perfetto equilibrio tra informazione e fantasia. Ogni personaggio è stato scelto e realizzato con sapiente cura: la giornalista quercia conduce il TG, spiegando con ironia la flora e la fauna presenti nei parchi lombardi. Per adempiere al suo compito si avvale della collaborazione di alcuni curiosi giornalisti, che l’affiancano in qualità di inviati: un saggio airone circola nei parchi fluviali; una cerbiatta veste i panni della giornalista d’assalto dei parchi montani; un riccio, re della pulizia, è l’inviato dei parchi di cintura metropolitana; uno scoiattolino cowboy e giocherellone perlustra i parchi forestali, in coppia con una mucca specializzata nei campi agricoli.
Ma il più grande merito del prodotto è forse quello di resistituire al telegiornale e alla figura degli inviati la loro funzione originaria: quella di fare informazione. Segno evidente che dovremmo fare tutti un passo indietro e fermarci ad ascoltare i bambini, perchè è quando pensiamo a loro che creiamo le opere più belle.

 
A cura di:  
Margherita Errante  
Margherita Errante
 
© Giuseppe Galliano C.so Cavallotti 24, 28100 Novara, Italy p.iva 01577100033 È vietata la riproduzione | Condizioni generali | Cookie Policy |